Circolari e Novità Fiscali 2017

07.05.2017 - MODIFICHE NORMATIVA IVA E PAGAMENTI CON F24

DEDUCIBILITÀ IVA SUGLI ACQUISTI

L'IVA a credito, pagata sugli acquisti di beni e servizi, potrà essere detratta solo entro la fine dell'anno in cui la fattura è stata emessa. Oltre tale termine le fatture saranno comunque registrate, ma la relativa IVA diventerà indeducibile. Vi preghiamo di essere tempestivi nella trasmissione dei documenti allo Studio.

PAGAMENTO F24 CON COMPENSAZIONI

Il pagamento di modelli F24 contenenti compensazioni con crediti tributari potrà essere effettuato SOLO attraverso i canali telematici dell'Agenzia delle Entrate e quindi essere trasmesso alternativamente:

  • da un professionista abilitato (commercialista o consulente del lavoro) attraverso il canale Entratel;
  • direttamente dal contribuente, attraverso il canale Fiscoonline. Sono esclusi altri metodi di trasmissione (delega cartacea in banca o pagamento attraverso internet banking).

Per chi volesse utilizzare tale seconda opportunità è necessario dotarsi delle credenziali di accesso ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, che possono essere richiesti direttamente sul sito dell’Agenzia o presso gli uffici.

Tale nuova modalità di pagamento riguarda pressoché tutte le aziende con dipendenti, che mensilmente utilizzano in compensazione il cosiddetto Bonus Renzi e, in generale, tutti coloro che utilizzano crediti in compensazione per il pagamento delle imposte.

VISTO DI CONFORMITÀ PER CREDITI SUPERIORI A € 5.000

È stato ridotto a € 5.000 l'ammontare massimo dei crediti tributari (IVA e altre imposte) che possono essere utilizzati in compensazione senza l'apposizione del Visto di Conformità. Il Visto di Conformità è un'attestazione apposta dal commercialista sulla dichiarazione che conferma la veridicità e correttezza del credito indicato.

Contatta lo Studio per Approfondimenti

 

02.01.2017 - MODIFICHE NORMATIVE ANNO 2017

SPESOMETRO TRIMESTRALE E COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONI IVA

Tutti i soggetti titolari di Partita IVA, con la solo esclusione di coloro che applicano regimi forfettari, dovranno comunicare con periodicità trimestrale:

  • L'elenco delle fatture emesse e ricevute nel trimestre (spesometro)
  • I dati riepilogativi IVA del trimestre.

Attualmente entrambi questi adempimenti hanno cadenza annuale.
Per l'anno 2017 in virtù del fatto che si tratta del primo anno di applicazione della nuova normativa, sono state stabilite le seguenti scadenze:

  • Spesometro 1° e 2° trimestre (da gennaio a giugno): scadenza 25 luglio 2017.
  • Spesometro 3° trimestre (luglio, agosto e settembre): scadenza 30 novembre 2017;
  • Spesometro 4° trimestre (ottobre, novembre e dicembre): scadenza 28 febbraio 2018;
  • Comunicazione liquidazione periodica IVA 2017: entro ultimo giorno del secondo mese successivo alla fine del trimestre.

Le nuove comunicazioni, introdotte come misura di contrasto all'evasione IVA, comporteranno un aggravio di lavoro e la necessità di ricevere i Vostri documenti contabili con tempestività. Anche i contribuenti che liquidano l'imposta trimestralmente dovranno consegnarci la documentazione mensilmente, entro la fine del mese successivo a quello di riferimento.

CONTABILITÀ PER CASSA PER IMPRESE IN CONTABILITÀ SEMPLIFICATA

Dal 01.01.2017 la determinazione degli utili delle imprese che adottano il regime contabile semplificato, sarà effettuato secondo il regime «per cassa». Significa che non sarà sufficiente la registrazione delle fatture e degli altri documenti di spesa, ma sarà necessario registrare le date in cui sono stati effettuati gli incassi e i pagamenti. Il nuovo sistema comporterà un aggravio di adempimenti amministrativi, anche da parte Vostra, poiché dovrete annotare le entrate e le uscite relative ad ogni singolo documento, comunicarcele e conservare la documentazione attestante incassi e pagamenti.

Contatta lo Studio per Approfondimenti